lunedì 22 aprile 2013

I barbari alle porte, la Scienza in Italia e le cospirazioni mancate.




Saragossa.jpg
Assault on the walls of Saragossa by January Suchodolski,
oil on canvas, 1845. (
National Museum in Warsaw) da wiki



Lo scorso 20 aprile un gruppo di persone si è introdotto illegalmente il Dipartimento di Farmacologia dell'università di Milano, incatenandosi alle porte e 'liberando' animali su cui erano in corso ricerche mediche e cliniche, danneggiandole irreparabilmente.

L'impressione è che di recente i casi in cui il raziocinio è sopraffatto dalla prepotenza e dalla ricerca del 'colpo mediatico' siano in aumento e contribuiscano a minare definitivamente quel poco di ricerca scientifica che si riesce a fare tra tagli economici, precari senza speranza ed una burocrazia in aumento.

L'impressione è che i barbari (inteso come violenti e avversatori del dialogo tra posizioni ed opinioni diverse) siano ormai ben oltre le Porte ed stiano dilagando da tempo.

Per fortuna (o purtroppo) la scienza non è come la politica o il calcio, in cui le opinioni di ciascuno hanno giustamente lo stesso peso.
La scienza è molto più democratica di così: permette a tutti di verificare qualunque affermazione e di smentirne i risultati. Il metodo scientifico si basa proprio sulla riproducibilità dei risultati e sulla dimostrazione della loro esattezza o no. 

I vaccini fanno male? Falso. Hanno salvato milioni di vite da quando sono stati introdotti. Ci sono librerie di dati sperimentali che lo provano. Non vi fidate? In Galles molti genitori hanno dovuto ricorrere di corsa alla vaccinazione dei propri figli per far fronte ad un'epidemia di morbillo causata dalle false (dati alla mano) affermazioni di un medico.

Le scie chimiche nel cielo? Falso. Si veda l'ottimo speciale di scientificast al riguardo. Ma soprattutto provate a rispondere: che cosa ci sarebbe nelle scie chimiche di maggiormente cancerogeno dell'inquinamento delle città? Che gas potrebbe controllare la gente con maggiore efficenza delle TV?

I neutrini più veloci della luce? Falso. E' un classico esempio di falsificazione della scienza: un esperimento riporta una misura, un altro verifica il contrario e l'ipotesi viene rigettata. [Anche se c'è sempre  l'ipotesi che sia stato messo tutto a tacere perché 'loro' non vogliono che l'uomo abbia astronavi più veloci della luce]

I terremoti si possono prevedere? (Ancora) No.  In Giappone si punta tutto sulla ricerca, la prevenzione con la costruzione di edifici antisismici, le esercitazioni e gli allarmi a brevissimo tempo. 

Vi sarebbero molti altri esempi, ed in ogni caso c'è sempre un gruppo di persone che per un motivo o per un altro non vogliono il confronto scientifico, aperto e non strillato e gridano a qualche tipo di cospirazione.  Sempre in ognuno di questi casi ci sono ricercatori spesso trentenni o quarantenni, precari, sottopagati o non pagati per niente che si ostinano a continuare le loro ricerche. Come possano far parte di una cospirazione per nascondere la verità proprio non me lo riesco ad immaginare.


Per restare in tema sarebbe divertente (e forse più efficace) immaginare una gigantesca ed occulta cospirazione a più livelli, volta ad evitare che il nostro paese possa mantenere il ruolo predominante che nonostante tutto riesce ad avere nella ricerca internazionale. 
In basso abbiamo i burattini: facilmente manipolati, spesso semplicemente violenti che fanno danni soprattutto alle cause che dicono di sposare (sia se si voglia far adottare una cura sperimentale su pazienti, che se si voglia limitare la sperimentazione su cavie). 
In mezzo si pongono gli organi di stampa e televisivi, anche in questo caso incapaci di filtrare e soprattutto verificare le notizie, amplificando le notizie dandogli un taglio strappalacrime in maniera da aumentare l'audience (o il numero di click sulla pagina web).  
In alto: la cupola, politici, amministratori, ministri che continuano a tagliare investimenti nella ricerca di base, i fondi agli istituti di ricerca, le assunzioni di precari...